Come pulire l’orecchio?

Indice di “Come pulire l’orecchio?”. Tempo di lettura: 2 minuti.

Prima di iniziare con la lettura, se ti piace rimanere sempre aggiornato e trovi interessanti i nostri articoli, ti suggerisco di seguirci sulle nostre pagine social in modo da rimanere sempre aggiornato sulle nostre ultimissime pubblicazioni. Puoi farlo immediatamente da Qui.

 

Cosa si intende di solito quando si dice “come si pulisce l’orecchio?”.

Quando mi fanno questa domanda di solito i pazienti fanno riferimento a come pulire il condotto uditivo esterno dal cerume.

 

Che cose è il cerume?

Il cerume è una sostanza grassa e densa di una consistenza che varia da soggetto a soggetto.

Dipende da molte variabili personali, tuttavia di solito si può identificare come giallastra arancio di una certa viscosità.

cerume

Il cerume nel nostro orecchio è la nostra prima difesa ad agenti estranei come insetti, polveri, batteri etc. Non a caso, infatti, è proprio quando non c’è cerume che si possono verificare situazioni non proprio piacevoli. Gli insetti infatti amano piccoli pertugi scuri dove rifugiarsi. Se pensiamo ad un ragno, di solito lo si trova proprio in una condizione simile.

Ma perchè quindi i ragni o gli insetti non entrano nel nostro orecchio ?

Ragno nell'orecchio

Tutto questo è grazie al cerume. Con la sua acidità allontana queste tipo di situazioni e ci salva da spiacevoli inconvenienti.

Immagina ora, di stare sdraiato su un prato ed un bel ragnetto entra nel tuo canale uditivo. Non è il massimo.

Il cerume, infatti, si localizza nel condotto uditivo, e crea una sorta di anello di restringimento. Le ghiandole ceruminose sono dislocate nel canale uditivo e producono cerume per proteggere e lubrificare.

Come è composto l’orecchio esterno?

L’orecchio esterno o nello specifico, il padiglione auricolare, anche detto pinna, è una sporgenza cartilaginea della nostra testa. E’ composta di tante piccole cavità articolate, importantissime a convogliare il suono all’interno dell’orecchio, ma soprattutto a farlo amplificandolo nel modo giusto.

orecchio

Sapevi che il padiglione auricolare è come l’impronta digitale? Si, ognuno ha il proprio padiglione auricolare, unico e riconoscibile.  Non a caso, noi di invisiben, come altri ricercatori famosi nel mondo, riteniamo che questa sporgenza sia fondamentale per riconoscere e capire le parole che udiamo. E’ infatti per questo motivo che quando si usano apparecchi acustici è bene metterli nel canale e non sopra l’orecchio.

Comunque, questa struttura, come spiega il Dott. Marco Paglioni, specialista in otorinolaringoiatria a Roma, è rivestita dalla nostra pelle. Questa pelle o epitelio, in questa zona, come in altre parti del corpo, viene identificato come epitelio pluri stratificato pavimentoso. Tuttavia, l’epitelio di rivestimento del padiglione auricolare muta nel entrare nel condotto uditivo, assottigliandosi sempre di più. Immaginate che mentre nella parte esterna ci sono circa 15/16 strati di epitelio, alla fine del condotto uditivo, ne abbiamo solo uno e viene identificato in istologia come epitelio di tipo respiratorio mono stratificato cigliato.

L’epitelio mono stratificato cigliato non è pertanto creato per subire traumi. Per cigliato si intende, un pavimento ricco di micro ciglia, o peli microscopici, che tendono con un sistema di self cleaning a portare, con il movimento continuo il cerume in eccesso fuori dal canale.

Molti sostengono che questo movimento è molto più attivo quando dormiamo. Infatti quando ci svegliamo è possibile trovare un pò di cerume fuori dal canale e a volte anche sul cuscino.

Insomma, nel canale uditivo, la fisiologia è molto complessa e delicata.

Si possono usare cotton fioc per pulire l’orecchio?

Chi si occupa della salute dell’orecchio riceve questa domanda almeno più volte al giorno. La risposta è assolutamente si.

Ma attenzione!

cotton fioc

Qualunque corpo o strumento che inserisco nel canale uditivo può compromettere la fisiologia dell’orecchio. Non a caso molte persone soffrono di prurito nelle orecchie e molto spesso è auto generato.

Quindi come si usa il cotton fioc?

Ti faccio notare una cosa semplicissima. Il cotton fioc che si usa nei bambini è composto da un bastoncino e da una testa di cotone idrofilo che è nettamente più grande del canale di un bambino. Perchè? Semplicemente perchè il cotton fioc, non deve essere assolutamente inserito nell’orecchio!

Il cotton fioc è ideale per pulire le cavità del padiglione auricolare ma non è assolutamente indicato per togliere cerume nell’orecchio.

Faccio un esempio.

Il cotton fioc classico che troviamo in commercio, se lo tocchiamo ci sembra delicatissimo. Adesso, tu che stai leggendo questo articolo, immagina di inserirlo nell’occhio e con la stessa energia con la quale  pulisci normalmente l’orecchio, strofinalo nell’occhio. Probabilmente nemmeno ci riesci.

Questo perchè l’occhio è delicatissimo, ed ha al suo interno dei recettori in grado di riconoscere anche un granello di polvere o una ciglia. L’occhio si difende così!

L’orecchio invece si protegge con il cerume. L’orecchio non ha bisogno dei recettori che sono nell’occhio, perchè è già protetto di suo, essendo inserito nella testa.

Ma attenzione, il danno che si fa con il cotton fioc nello orecchio è lo stesso che ti faresti nell’occhio, tuttavia non te ne rendi conto.

Normalmente, facendo l’otoscopia del canale uditivo , quasi giornalmente vedo delle irritazioni tipiche da cotton fioc.

Se si forma un tappo di cerume?

Il tappo di cerume è una condizione a dir poco frequente, infatti, molti pazienti soffrono di questo disturbo.

Qualora dalla otoscopia dovesse emergere la presenza di un tappo di cerume all’interno del condotto uditivo, la prima cosa da fare è sicuramente quella di rivolgersi ad uno specialista per provvedere alla rimozione del cerume stesso, al fine di evitare il peggioramento delle fastidiose sintomatologie che ne conseguono.

Vedi articolo completo

Ti consigliamo inoltre di non acquistare prodotti in farmacia tipo candele, perchè potrebbe risultare in alcuni casi piuttosto dannosi.

 

Come pulire l’orecchio?

E’ semplicissimo! Tutte le mattine, quando ti occupi della pulizia del tuo corpo, basta usare del sapone per il padiglione auricolare, facendo una pulizia normale. Bisogna tuttavia fare attenzione a non mandare sapone nel condotto uditivo. Una volta insaponato, risciacquare semplicemente con acqua del rubinetto e con la stessa, insieme con il dito, possiamo pulire la parte più esterna dell’orecchio. Con il dito della mano arriviamo fino dove necessario ed il cerume in eccesso, tutte le mattine lo troviamo proprio in questa zona, perchè il sistema micro ciliato dell’orecchio, lo ha portato fuori togliendo soltanto quello che non serve alla sua delicatissima difesa.

In questo modo il tuo orecchio sarà sempre a posto e ti garantisco che  sarai felice, pulito e tranquillo.

Signora felice