IPOACUSIA: COSA SIGNIFICA?

COS’E’ L’IPOACUSIA?

esame audiometrico

Esempio di Esame Audiometrico Tonale

Se ti stai chiedendo cosa significa il termine ipoacusia, ti rispondo subito che fondamentalmente consiste in una diminuzione dell’udito e rappresenta la più comune causa di disabilità nel mondo.

In particolare, il termine ipoacusia, definisce l’indebolimento dell’apparato uditivo dovuto ad un danno o ad una degenerazione a carico di una delle sue parti.

L’ipoacusia significa, quindi, una diminuzione della sensibilità di udito e si manifesta progressivamente e lentamente ( tranne nel caso specifico di ipoacusia improvvisa).

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS), sono oltre 500 milioni le persone che soffrono di questa patologia. Infatti, 1 persona su 3, che supera i 60 anni di età, ha problemi di udito invalidanti per la propria vita quotidiana.

Secondo l’OMS, oltre il 5% della popolazione mondiale ha una riduzione dell’udito che incide negativamente sulla qualità della vita. Le stime indicano che, 1 su 10, subisce una perdita uditiva disabilitante. Questo dato, sicuramente allarmante, potrebbe essere drasticamente ridotto attraverso la prevenzione. In particolare, attraverso un semplice esame audiometrico – talvolta addirittura gratuito. Per avere maggiore informazioni SCOPRI DI PIU’.

In Italia, le persone che soffrono di disturbi uditivi, sono stimate intorno ai 7 milioni.

L’ASHA (American Speach, Language, Hearing Association) ha identificato una serie di fattori sociali, economici e sanitari, correlati all’insorgenza dell’ipoacusia in età adulta.

Tra i fattori principali, si identificano:

  1. l’invecchiamento della popolazione;
  2. l’occupazione, in particolare il lavoro in ambiente rumoroso;
  3. il fumo;
  4. l’obesità;
  5. l’arteriosclerosi;
  6. la pressione arteriosa elevata;
  7. l’infiammazione;
  8. il diabete;
  9. i fattori genetici;
  10. la somministrazione di farmaci ototossici;
  11. le malattie cardiovascolari.

CLASSIFICAZIONE DELLE IPOACUSIE

L’ipoacusia può essere classificata in 3 tipologie che si distinguono per la locazione del danno.

  • Trasmissiva, rappresenta un danno nelle zone deputate alla trasmissione del suono;
  • Neuro-Sensoriale, manifesta un danno nelle zone sensoriali dell’orecchio; Vedi articolo completo
  • Mista, identifica la presenza di entrambe le condizioni sopra citate (sia una compromissione trasmissiva che sensoriale).

Dell’ipoacusia o diminuzione dell’udito, è possibile valutarne la gravità, tramite Test Audiometrici.

Infatti, l’ipoacusia può identificarsi in:

  • Lieve (perdita tra 20 e 40 dB);gravità ipoacusia
  • Media (perdita tra 40 e 65 dB);
  • Grave (perdita tra 65 e 85 dB);
  • Profonda (perdita oltre 90 dB).

L’ipoacusia, inoltre, può essere caratterizzata e suddivisa in base a fattori relativi alla causa o all’insorgenza.

INSORGENZA

La prima distinzione, avviene per insorgenza e classifica l’ipoacusia in:

Ipoacusia pre-linguale;

Ipoacusia post-linguale.

CAUSA

Le cause scatenanti l’ipoacusia, sono molteplici e si identificano in:

  1. Ipoacusie congenite Genetiche: Sordità Ereditaria Autosomica (cromosomica), Sordità Ereditaria Sindromica (mutazione mitocondriale);
  2. Ipoacusia Improvvisa;
  3. Ipoacusia Trasmissiva (tappo di cerume, corpi estranei nel condotto, perforazione, otiti, otosclerosi, colesteatoma,etc);
  4. Neuropatie Uditive (Lesione o danno patologico a carico del nervo acustico);
  5. Presbiacusia (Degenerazione fisiologica del sistema uditivo).

I SINTOMI E PRIMI SEGNALI DI ALLARME

I sintomi e i primi segnali di allarme dell’ipoacusia, sono rappresentati da accentuate difficoltà di comprensione. Infatti, nei soggetti ipoacusici, capita spesso di:

  • non riuscire a comprendere bene conversazioni in ambienti rumorosi;
  • avere difficoltà a capire le persone con un tono di voce basso;
  • avere una cattiva discriminazione vocale in ambienti riverberanti (es. nei luoghi di culto, durante lo svolgimento delle funzioni religiose);
  • sentire la voce dell’interlocutore che parla, ma, non comprendere bene le parole;
  • non riuscire ad ascoltare bene la TV o la radio.

IPOACUSIA: COME CURARLA E PREVENIRLA

Quando pensiamo alla possibilità di curare e prevenire l’ipoacusia, è bene diversificarla in base al tipo di ipoacusia:

L’ipoacusia trasmissiva, molto spesso è curabile. Ci sono, infatti, vari trattamenti medici, miranti a diminuirne le infiammazioni, come per esempio quelle catarrali. In altri casi specifici, come l’otosclerosi o i danneggiamenti alla membrana timpanica, possono invece, essere risolti chirurgicamente.

L’ipoacusia Neurosensoriale si può trattare con farmaci, solo nei casi in cui si presentano situazioni acute, improvvise e dove il nervo viene coinvolto fortemente. Queste condizioni specifiche, sono notevolmente legate al tempo in cui si interviene. Pertanto, se dovessi avere questi disturbi, per prevenire danni irreparabili, ti consigliamo, ai primi sintomi, di rivolgerti ad un medico specialista in otorinolaringoiatria e fare un esame audiometrico con un dottore audioprotesista.